PREVENTIVO ONLINE

Verifica gratis il tuo preventivo

Il lago Trasimeno

Il Trasimeno è un lago tipicamente laminare, un bacino cioè che ad una grande estensione abbina una scarsa profondità. La sua superficie è infatti di 126 Kmq, con una profondità media è di 4,72 m e quella massima di 6,3 m.


L’acqua che alimenta il Trasimeno è prevalentemente quella di origine piovana che scende dalle colline circostanti: le acque poco profonde lo rendono molto ricco di vita, sia animale che vegetale.


Nel 2005 il lago, per il suo eccezionale valore ambientale e per la politica di sviluppo sostenibile adottata, è stato ammesso al circuito LIVING LAKES, sotto l’alto patronato del GLOBAL/NATURE/FUND dell UNESCO.


La qualità dellambiente è costantemente monitorata dall’AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE (ARPA) che tiene sotto controllo la qualità delle acque attestandone la balneabilità.


Anche gli altri indicatori ambientali relativi all’aria ed alla terra sono tenuti costantemente sotto controllo con risultati eccellenti.


Nell’ambito di un progetto complessivo di messa in qualità del territorio e per garantirne uno sviluppo compatibile con il delicato ecosistema esistente, il Trasimeno ha adottato il modello di AGENDA 21 LOCALE secondo il protocollo della Conferenza di Rio de Janeiro del 1992.


Come ogni anno il lago Trasimeno è una delle tappe della la campagna di monitoraggio sullo stato di salute degli ecosistemi lacustri, denominata GOLETTA VERDE LAGHI, promossa e gestita da Legambiente. Una nota positiva viene proprio dalla campagna del 2015, durante la quale Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente, ha dichiarato: “……… Ci sono però numerose esperienze positive, di corretta gestione dei laghi e dei loro territori, emerse in questo mese. Segnali di risveglio che Goletta dei Laghi ha messo al centro della sua azione, che rappresentano solidi punti di partenza: il Trasimeno in Umbria è certamente fra questi.


Per visualizzare i risultati potete collegarvi al link di Legambiente.


Il Parco del Lago Trasimeno


l Parco del Lago Trasimeno, è il più grande dei sette Parchi regionali umbri.

Il territorio del Parco, delimitato per lo più dalla zona demaniale, si estende lungo il perimetro del Lago e copre circa 13.200 ettari ricadenti nei Comuni di Castiglione del Lago, Magione, Panicale, Passignano e Tuoro.


L’aspetto naturalistico del Parco, ove si armonizzano aspetti geo-morfologici, botanici, faunistici ed ittici è quello di una zona umida di grandissima importanza.

L’oasi La Valle fu istituita il 19 luglio 1996 con il decreto presidenziale regionale n° 161.

L’oasi si estende su un territorio vasto circa 20 ettari, in una zona pianeggiante del Comune di Magione, chiamata Piane di Spinetoli tra Pagliare del Tronto e San Pio X.


Tale struttura costituisce un centro di Educazione ambientale che al suo interno comprende:

  • un ricco ed interessante museo della civiltà contadina,
  • n° 3 case coloniche, di cui una adibita a sede territoriale, le altre come centri di accoglienza per giovani disagiati,
  • laghetti naturali con punti di avvistamento,
  • un pagliaio/ rimessa attrezzi,
  • un piccolo galoppatoio con due cavalli,
  • n° 80 orti, coltivati da anziani del luogo,
  • n° 12 recinti animali da fattoria,
  • pista ciclo-pedonale della lunghezza di circa 3 Km,
  • numerosi percorsi naturalistici ed agresti

Il manifesto ambientale del Trasimeno


Nell’ambito dei progetti di AGENDA 21 LOCALE, è un marchio di garanzia e tutela per i turisti e i residenti. Viene assegnato, mediante la verifica da parte di un’agenzia specializzata in certificazione, alle attività turistiche che garantiscono sistemi di gestione e servizi di qualità rispettosi dell’ambiente.

Ad ogni attività che supera positivamente la verifica vengono assegnati uno, due o tre aironi in relazione al livello di certificazione ottenuto. La nostra struttura ha conseguito il riconoscimento di 3 aironi.


La leggenda del lago Trasimeno


Non ci sono mostri sul suo fondale, ma anche il lago Trasimeno ha la sua leggenda, che racconta un amore. È una storia dal finale tragico che ancora oggi viene narrata dagli anziani pescatori.


Il quarto lago d’Italia per estensione prende il nome dal figlio del re etrusco Tirreno che si insediò nella zona. Un giorno dal suo accampamento vide una ninfa, Agilla (dalla quale prende il nome Agello un paese situato sulle colline), che faceva il bagno. Tra i due nacque un amore travolgente, una passione irrefrenabile.


Il re Tirreno, dopo mille reticenze, acconsentì alle nozze che vennero celebrate con tutti gli onori.


Ma la felicità degli sposi durò solo un giorno: il mattino seguente Trasimeno, decise di fare il bagno nelle acque del lago. Agilla lo vide immergersi e restò a guardarlo dalla tenda sulla riva, ma il giovane non tornò più a galla. Da quel giorno Agilla rimase ad attendere il suo amato, cercandolo continuamente. Finì i suoi giorni su una barca, al centro del lago, da dove controllava tutte le imbarcazioni alla ricerca del volto del suo amore perduto.

Da allora il lago prese il nome di Trasimeno e ancora oggi i pescatori narrano che, quando il vento soffia dalla Toscana, si può udire il malinconico lamento della ninfa Agilla che piange alla ricerca del suo amato.


INVIA

Richiedi Informazioni

INVIACI LA TUA RICHIESTA, TI RISPONDEREMO AL PIU' PRESTO

Immagine di controllo *
* Campi obbligatori

Contatti

CAMPING VILLAGGIO ITALGEST
Via Martiri di Cefalonia, 06063 Sant'Arcangelo di Magione (PG) 
Lago Trasimeno - Umbria


Tel.: (+39) 075.848238
Cell.: (+39) 335.5426212
Fax.: (+39) 075.8485077
Email: camping@italgest.com
GPS: 043° 05' 29'' N012° 09' 37'' E

Dove siamo - mappa
NEWSLETTER
ISCRIVITI

Meteo Umbria